Torta alla banana (banana bread) glassata al cioccolato fondente

by geo
0 comment

GOLOSITA’ E SALUTE: SENZA GLUTINE E SENZA LATTOSIO

Un dolce sano e nutriente, adatto a chi ha intolleranze o celiachia, ma non vuole rinunciare al piacere e alla golosità. Realizzato con delle banane un po’ troppo mature, semplice e ideale da preparare in un pomeriggio d’autunno un po’ noioso.

Il nome originale della ricetta a stelle e strisce  è Banana Bread, il pane alla banana nato durante la depressione quando non si buttava via nulla. Io ho apportato delle variazioni alla ricetta del famoso plum cake e voi potrete apportare le vostre e servirlo come un pane o come dolce per la colazione o per un tè con le amiche.

INGREDIENTI

350 gr di banane che corrispondono a 3 banane medie molto mature

180 gr di farina di riso 

40 gr di amido di mais

140 gr di zucchero

2 uova

Un pizzico di sale

1 bustina di lievito

Aroma alla vaniglia

125 ml di olio di semi di arachidi

50 gr di granella di mandorle

Cannella in polvere q.b.

Preriscaldate il forno e oleate uno stampo del diametro di 24 cm.

La ricetta originale prevede uno stampo da plum cake, ma non ricordando dove l’ho messo ho optato per uno stampo da ciambella alto.

Sbucciate le banane, tagliatele a rondelle e schiacciatele con una forchetta fino ad ottenere una purea un po’ grossolana, unite le uova, lo zucchero e la vaniglia. Setacciate le polveri (le farine, il lievito e il pizzico di sale) e inglobate nel composto, miscelate aggiungendo l’olio di semi, le mandorle e la cannella.

Versate il composto nello stampo e cuocete in forno statico a 170° per circa 40 minuti, per essere completamente sicuri che il dolce sia cotto immergetevi uno stecchino e assicuratevi che sia asciutto.

GLASSA AL CIOCCOLATO

150 gr di cioccolato fondente

50 gr di cacao

75 ml di latte vegetale (di mandorle preferibilmente)

40 gr Zucchero

Sciogliete tutti gli ingredienti in un pentolino a fuoco molto basso mescolando il composto, lasciate raffreddare, glassate la torta e attendete che la glassa si rapprenda, ponete in frigo se necessario.

Vista la leggerezza di questo dolce è d’obbligo assaporarlo ascoltando Musica Leggerissima di Colapesce e Dimartino 🙂

You may also like

Leave a Comment