Lo zenzero nel cuore (chapter two)

by geo
0 comment

LO ZENZERO IN CUCINA

Abbiamo già parlato degli elementi  preziosi per la nostra salute contenuti nello zenzero, adesso parliamo del suo impiego nelle diverse pietanze culinarie.

Il sapore dello zenzero, piccante e speziato, riesce a dare ai nostri piatti quel tocco esotico, ma non dimentichiamo  che può subire variazioni e diventare più pepato e amaro se non è fresco, quindi facciamo attenzione quando scegliamo il rizoma, deve essere sodo, ben compatto e con una buccia marrone chiaro, se sono presenti delle gemme probabilmente la radice sarà più datata. La polpa deve essere gialla, succosa e profumata.

In commercio possiamo trovare:

zenzero essiccato: Il rizoma viene essiccato dopo maturazione, con la buccia è chiamato zenzero grigio o nero, essiccato senza la buccia viene chiamato zenzero bianco ed è maggiormente piccante.

zenzero in polvere: Lo zenzero polverizzato dopo l’essicazione si presenta piccante e canforato, di solito è meno utilizzato della radice fresca per dare sapore, tuttavia, è impiegato per aromatizzare tè e bevande e per preparare dolci, pan di spezie, carni bianche  e pesce.

zenzero candito: Lo zenzero candito, conservato nello zucchero è una specialità prettamente asiatica che ha un sapore molto piccante e lo si può usare nelle preparazione di pasticceria o di confetture.

zenzero marinato: Lo zenzero tagliato in sottili fettine e lasciato marinare in aceto di riso o in altro tipo di marinatura è molto conosciuto da chi mangia sushi, ve lo portano in tavola con wasabi e salsa di soia. Viene utilizzato anche nella preparazione del Chutney.

sciroppo di zenzero: ha un sapore lievemente piccante e si associa alle preparazioni dolci ma anche a quelle salate. potete utilizzarlo sia per aromatizzare le tisane, oppure d’estate con acqua e ghiaccio (pensate al ginger ale) per una bevanda rinfrescante.

Come utilizzare lo zenzero in cucina?

Bene posso dirvi che adoro il gusto dello zenzero e ciò agevola parecchio l’impiego del rizoma nella mia cucina.

Partiamo dai primi piatti, l’abbinamento col riso è sicuramente uno dei più azzeccati, anche quando in casa non avete nulla, basta dello zenzero grattugiato su riso basmati, un filo d’olio evo e siete salve, ancora meglio se aggiungete all’acqua mezzo cucchiaino di curcuma in polvere.

Con i legumi lo zenzero è indispensabile, oltre ad aggiungere un tocco speciale, come abbiam detto nel precedente articolo aiuta a ridurre il gonfiore addominale, quindi basterà semplicemente tagliare un pezzo di rizoma e aggiungerlo alle  zuppe; lo stesso vale con le verdure.

Al pesce lo zenzero conferisce un sapore speciale e si può utilizzare sia fresco che in polvere, lo stesso per la carne, Basterà grattugiarlo, sugli spezzatini, sugli arrosti e sui brasati.

Potete lasciare marinare lo zenzero in olio extravergine di oliva, insieme a uno spicchio di aglio per circa 15 giorni e utilizzare l’olio aromatizzato per condire l’insalata.

Per i dolci, lo zenzero candito è buonissimo insieme al cioccolato fondente.

Adesso vediamo nel dettaglio la ricetta del Pollo con zenzero e uva passa:

Ingredienti 

400 g di pollo

Curry

una spruzzata di vino bianco

30 g  di uva passa

Cipolletta fresca

Zenzero tritato

sale

olio evo

Preparazione

Tagliate il pollo a pezzetti e cospargetelo con il curry. mettete a bagno l’uva Pulite, lavate e tagliate finemente la cipolletta fresca a rondelle. Riscaldate l’olio in padella, aggiungete i pezzi di pollo e fateli rosolare. Salate, aggiungete la cipolletta e l’uvetta cuocete per sei, sette minuti. Incorporate lo zenzero. Proseguite la cottura per altri quattro o cinque minuti e servite caldo.

Le note stasera son quelle di Una storia d’amore  di Celentano.

Geo

You may also like

Leave a Comment