Ad ogni vino il suo bicchiere

by geo
0 comment

Claus J. Riedel fu il primo a intuire che il bouquet, il gusto e l’equilibrio di un vino vengono alterati se il design del bicchiere non è indicato, così, progettò forme diverse  adattandole alle diverse caratteristiche organolettiche dei vini, questo avveniva alla fine degli anni ’50.

Il suo design apparì rivoluzionario e minimalista, le forme erano ridotte all’essenziale e nulla era lasciato al caso: il diametro d’apertura, lo spessore del cristallo, l’altezza del calice.

Riedel adottò i principi del Bauhaus secondo cui la forma segue la funzione.

Ancora oggi il MoMa (Museum of Modern Art) di New York ha i disegni di Riedel in collezione. Il suo capolavoro assoluto fu la serie “Sommeliers”, nata nel 1973.

You may also like

Leave a Comment