Berlin calling…(part two)

by geo
0 comment

Ripartiamo da Berlin e dal cibo, ma non solo.

Salsicce e patate

Per caso avete mai sentito pronunciare la parola Ostalgie? È una parola entrata ormai a pieno titolo nel vocabolario tedesco, una parola che significa ‘nostalgia’ per un passato perduto, sicuramente un passato difficile ma più semplice in un certo senso. L’Ostalgie riscopre i valori dell’era comunista e con essi i piatti e i prodotti contraddistinti dalle difficoltà economiche dell’epoca, molti ristoranti a Berlino hanno ceduto alla nuova moda e propongono gulash e stufati di ogni tipo. Complici di questo sentimento di nostalgia sono stati film come Goodbye Lenin, o Le vite degli altri che è assolutamente un film da non perdere.

Il cielo sopra Berlino

Berlino è una città culturalmente e gastronomicamente cosmopolita, ma non dimenticate di andare a mangiare nei classici Kneipen, i bar berlinesi dove si servono piatti semplici che servono più che altro a non cadere stesi dopo i primi giri di birra. In Germania esistono quasi 5000 tipi di birra, quindi è molto facile cadere stesi!

Postdamer Platz

Una delle specialità da assaggiare è il Berliner Eisbein, lo stinco di maiale servito con cavolo e purea di piselli, potete andarlo a mangiare nel quartiere turco al ristorante Max und Moritz , una delle osterie più antiche, troverete un ottimo rapporto qualità prezzo.

Per finire, voglio parlarvi di un posto gestito da due ragazzi italiani emigrati nel Mitte, che fanno un ottimo gelato con ingredienti freschissimi e stanno diffondendo a Berlino l’amore per i prodotti d’eccellenza del nostro paese. Andate a trovare Guido e Angelica al Cuore di vetro in Max BeerStrasse 33, perché ne vale la pena, soprattutto se siete di quelli che quando vi trovate all’estero vi sentite come i bimbi sperduti dell’isola che non c’è alle prese con nuovi sapori!

Cuore di vetro – gelateria italiana

Un’ultima cosa, c’è tanta fila da fare lo so…ma il Pergamon museum, nell’isola dei musei, proprio questo non potete perderlo, tra una birra e l’altra, fateci un salto e fatene uno anche sul tetto della Bundestag, ricordatevi però che dovrete prenotare qualche giorno prima anche se la visita è gratuita.

Porta di Ishtar – Pergamon Museum

Per il resto, Berlino è davvero piena di arte e d’ispirazione, seguite l’istinto.

You may also like

Leave a Comment