Pop o Radical Chic?

by geo
0 comment

Osho diceva “Quando vedrò la mia qualità indefinibile, avrò trasceso il mondo”…

Che ne pensate delle definizioni?

Siete mai stati definiti per quello che pensate, per come vi vestite o per quello che scrivete?

Siete mai stati definiti per come vi nutrite?

Ad esempio, se mangiate mortadella siete pop, ma se usate il lardo di colonnata siete radical chic, Chi mangia sushi è nettamente radical chic, ma una fagiolata è sicuramente pop!

E lo gnocco fritto col culatello? È pop o chic? Forse dipende con chi lo mangi…

Il sale dell’Himalaya è sicuramente chic, però è anche il sale più puro della terra, ricco di ben 84 minerali e oligo elementi, non raffinato e con maggiore quantità di ferro che gli conferisce il particolare colore, inoltre grazie ai numerosi minerali non crea troppa ritenzione di acqua. 


Il sale marino integrale di Mothia è invece ricavato dalle antiche saline dell’isola di Pantaleo, posta  all’Interno della laguna dello Stagnone area protetta grazie all’istituzione di una Riserva Naturale, vicino Trapani e Marsala. Questo sale, conserva inalterate tutte le proprietà che il mare gli ha regalato ed è ancora raccolto a mano, nonostante questo è economico e quindi decisamente pop! 

 


Sono entrambi molto buoni da usare e sia che vogliate sentirvi pop o che vogliate sentirvi un po’ radical chic conviene tener presente che il sale è un alimento che consumiamo sistematicamente ogni giorno, quindi forse è meglio fare un po’ più caso a ciò che acquistiamo ed evitare di utilizzare il classico sale marino da tavola perché trattato chimicamente per la sbiancatura, le alternative sono molte dal sale nero di Cipro al sale rosso delle Hawaii e Fleur de sel della Camargue al sale bianco di Bali fino al sale rosa della Bolivia e dell’Australia, ma secondo me è sempre meglio viaggiare a km 0! 

You may also like

Leave a Comment